Stereotipi a Napoli

…e per continuare il commento di prima: domani parlo a Napoli di stereotipi, nel seminario internazionale che si svolge all’Istituto di studi filosofici, da un’idea dell’istituto superiore Tigher di Ercolano. Ieri, l’intervento di Bruno Amoroso, docente all’università danese di Roskilde, è stato veramente interessante: le relazioni tra Unione Europea e paesi mediterranei, come relazioni quasi sempre sbilanciate, compresa una bella coda in cui Amoroso ha utilizzato Gramsci per spiegare la società civile nel mondo arabo, misconosciuta da anni. Il poeta palestinese Samih al Qassem, invece, ha chiesto libertà, prima ancora di democrazia. E mi sono ricordata che tutti gli intellettuali arabi, compresi quelli che hanno stilato i rapporti dell’UNDP sullo sviluppo umano nel mondo arabo, questo chiedono: libertà, prima ancora di democrazia. Perché democrazia è diventato troppo occidentale, con tutte le pecche del caso. Democrazia come ci pare, insomma, magari senza moschee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *