Una sosta a Kabul

Visto che sono in clausura, per i naviganti che vogliono notizie fresche e fuori rima, c’è sempre il blog del mio pard, Emanuele Giordana. Il suo GreatGame è scritto in diretta da Kabul. E di invisibili ce ne sono anche lì, e molti.
(nella foto, la moschea di Rafah distrutta dai bombardamenti israeliani, foto del 12 gennaio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *