Tè e biscotti? Non a Gaza

“Items banned by the Israeli authorities last week included jam, biscuits and tomato paste, resulting • in 498 boxes of USAID cargo and 2,488 boxes of World Vision cargo stopped from delivery to Gaza. According to COGAT, food parcels containing these foodstuffs, as well as tea, sweets and date bars, will be rejected in the future”.

La fonte è l’Ocha, l’ufficio di coordinamento degli aiuti umanitari a Gaza, nel suo “rapporto sul campo della settimana tra il 10 e il 16 marzo. Il COGAT è il coordinamento delle attività del governo israeliano nei Territori Palestinesi Occupati. Per chi non comprende l’inglese, i prodotti che non hanno avuto il permesso di entrare a Gaza sono biscotti, marmellata, conserva di pomodoro. E non avranno il permesso di entrare, neanche in futuro, tè, biscotti, merendine e dolcetti.

Non fa notizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *