Di piscine e provincia italiana

A Umbertide c’è una piscina comunale. Per la precisione ce ne sono due. Una all’aperto, dove in questi giorni di caldo feroce trovano ristoro le famiglie di questa zona particolare dell’Umbria, immersa in retaggi e tesori artistici impareggiabili. C’è poi l’altra piscina, quella al chiuso che funziona tutto l’anno. Otto corsie da 25 metri. Una di quelle piscine da allenamenti e gare, corsi per bambini e aquagym.

Niente di nuovo, nella provincia italiana. E per fortuna. Eppure questa presenza diffusa delle piscine comunali, nella provincia italiana, è un segno di civiltà alla pari dei tesori d’arte e naturalistici. È il segno di un’attenzione verso il benessere dei propri cittadini, della buona salute prima e oltre la tutela sanitaria. È il simbolo, anche, di quello che si può fare per tutte le fasce d’età, a cominciare da bambini e ragazzi, per offrire qualcosa di più oltre alla noia e al bar.

Non è scontato, che cittadini e amministrazioni comunali siano attenti al benessere di chi nei luoghi vive. Soprattutto se si vive nel meridione d’Italia. Bisogna ‘salire’ verso nord per ricordarsi che ci sono dei diritti che andrebbero chiesti, come abitanti dei piccoli centri: diritto alla pulizia delle strade, al decoro dell’arredo urbano, alla cura dei territori, e anche diritto allo sport, ai centri sportivi, alla cura della persona.

È vero che la testa lavora e ragiona meglio in un corpo che prova a fare un po’ di attività sportiva. Me ne accorgo in questi giorni dedicati alla scrittura, alla lettura, ad aggiornamenti e curatele, in un posto bellissimo e accogliente come la residenza di Civitella Ranieri.

Le mie vasche percorse con diligenza nella piscina comunale di Umbertide ne sono fisica testimonianza. Una vera e propria gioia, resa ancora più profonda dalla gentilezza di chi nella piscina lavora, e che con altrettanta gentilezza chiede green pass da scannerizzare e obbligo di mascherina a tutti.

Per la cronaca, e questo dettaglio mi ha fatto tenerezza, ho ricevuto il mio primo sconto da ‘terza età’: come over-60 avevo diritto a un prezzo scontato dell’abbonamento. L’ho accettato con piacere.

L‘immagine è presa dal sito della piscina di Umbertide. Immagine fedele alla realtà della piscina indoor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *