167 days of Alaa’s hunger strike… and counting

Ricevere un premio internazionale prestigioso mentre sei in carcere, e da cinque mesi e mezzo in sciopero della fame… Succede anche questo ad Alaa Abd-el Fattah, che ieri è stato indicato come uno dei tre premiati dello EFF Award.

“The EFF Awards recognize specific and substantial technical, social, economic, or cultural contributions in diverse fields including journalism, art, digital access, legislation, tech development, and law.”

“The Electronic Frontier Foundation is the leading nonprofit organization defending civil liberties in the digital world. Founded in 1990, EFF champions user privacy, free expression, and innovation through impact litigation, policy analysis, grassroots activism, and technology development. EFF’s mission is to ensure that technology supports freedom, justice, and innovation for all people of the world.”

Il digiuno solidale a staffetta continua. Oggi, giovedì 15 settembre, Emanuele Fantini digiuna ancora una volta per Alaa. Digiuna ancora una volta con Alaa. Grazie!

C’è bisogno di non interrompere la catena del digiuno solidale per tenere viva l’attenzione su Alaa e sui 60mila prigionieri nelle carceri del regime egiziano e sullo stato delle violazioni dei diritti. Chi vuole aderire, e partecipare al digiuno scriva una email a info@invisiblearabs.com