La guerra mi ha fatto diventare brutta

Sono diventata brutta. Ero bella, la mia faccia era più grande. E’ stata la guerra, la guerra ha agito sui nostri corpi. E’ la guerra che ci ha rovinati, ci ha resi brutti. Una bambina spiega la guerra come noi non sapremmo spiegarlo. Come lei non dovrebbe averla mai vissuta, tanto vissuta da saperla raccontare. E’ una bambina palestinese di Gaza. Intervistata da Mariam Salama, una giornalista palestinese di Gaza che lavora per #AlJazeera. Entrambe testimoni di una catastrofe per mano umana, non per mano della natura o di un Dio qualsiasi. Per mano umana.

Il nostro codice deontologico, di giornalisti italiani, ci dice di non far vedere le bambine e i bambini. Per proteggerli. Ho sempre pensato fosse giusto, sia giusto. Credo, però, che ai bambini dobbiamo dare la voce che abbiamo loro tolto nel momento stesso in cui sono diventati vittime della nostra guerra. La guerra degli adulti.

Lei, di cui non conosco il nome, ha diritto di parola. Una delle bambine ancora vive. Oltre 13mila bambini palestinesi sono già stati ammazzati dalle forze armate israeliane nella guerra su Gaza. Mai ce lo perdoneremo.